martedì 21 febbraio | 15:35
pubblicato il 25/feb/2011 08:12

Immigrati/Tregua negli sbarchi. In 33 fuggono da centro Pozzallo

A Lampedusa presenti ancora un migliaio di clandestini

Immigrati/Tregua negli sbarchi. In 33 fuggono da centro Pozzallo

Palermo, 25 feb. (askanews) - Da 24 ore a Lampedusa non si registrano sbarchi: una tregua determinata dalle cattive condizioni del mare nel Canale di Sicilia. Gli ultimi ad approdare ieri mattina erano stati i 38 clandestini imbarcati sul motopesca mazarese Chiaraluna che li aveva intercettati a Sud dell'isola delle Pelagie, mentre erano a bordo di un natante rimasto in balia delle onde. Anche ieri è proseguito il ponte aereo per trasferire fuori dall'isola il maggior numero di immigrati. In duecento hanno lasciato Lampedusa, dove al momento sono presenti ancora un migliaio di magrebini, diretti verso altri centri d'accoglienza del meridione. Intanto a Pozzallo, in provincia di Ragusa, 33 clandestini sono scappati dal centro d'accoglienza. Quattro di loro sono stati fermati e ricondotti nel centro. Per gli altri sono ancora in corso le ricerche.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia