venerdì 24 febbraio | 14:01
pubblicato il 13/feb/2011 16:57

Immigrati/Riaperto Cie di Lampedusa. Alcuni non vogliono entrare

Stasera saranno un migliaio i clandestini ospitati all'interno

Immigrati/Riaperto Cie di Lampedusa. Alcuni non vogliono entrare

Palermo, 13 feb. (askanews) - Si sono aperte poco dopo le 16 le porte del Cie di Lampedusa riaperto dopo un anno dal ministro dell'Interno Roberto Maroni, per far fronte all'ondata migratoria dal nord Africa che sta interessando l'isola in questi giorni. Questa sera saranno un migliaio i migranti, per lo più tunisini, che trascorreranno la notte all'interno della struttura. Secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine presenti sul posto, al momento di entrare molti clandestini, temendo si trattasse di un carcere, si sono rifiutati di varcare la soglia. Nelle prossime ore sono attesi a Lampedusa una cinquantina di carabinieri in arrivo con due voli militare da Mestre e Bologna. Sul fronte delle staffette aeree, stasera dall'isola partiranno circa duecento immigrati, mentre domani sono previsti una decina di voli.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech