lunedì 23 gennaio | 20:56
pubblicato il 31/mar/2011 15:03

Immigrati/Maroni:Tutte le Regioni impegnate anche per clandestini

"Nessuno può tirarsi fuori da questa emergenza gravissima"

Immigrati/Maroni:Tutte le Regioni impegnate anche per clandestini

Roma, 31 mar. (askanews) - "Nessuno può tirarsi fuori da questa emergenza". E' duro il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, quando si rivolge indirettamente a tutte le regioni italiane durante la conferenza stampa a conclusione del consiglio dei ministri. Per Maroni, non solo quella dei profughi che potranno arrivare dalla Libia ma anche quella dei clandestini che arrivano a ondate continue in Sicilia dalla Tunisia è ormai "una vera e propria emergenza, una situazione grave che richiede solidarietà e concorso di tutte le regioni". Per questo il Governo ha individuato dei luoghi in tutte le regioni, escluso l'Abruzzo, sia per i profughi che per i clandestini: l'elenco di questi luoghi sarà comunicato domani alle Regioni durante una cabina di regia al Viminale e, avverte Maroni, "gli atteggiamenti di rifiuto che sorgono ovunque si individui un luogo per i clandestini non possono essere giustificati". Quanto al piano messo a punto per accogliere i migranti sbarcati a Lampedusa, prevede una disponibilità di diecimila posti. Maroni ha confermato che, ad oggi, sono sbarcati oltre 22mila immigrati in Sicilia, quasi tutti dalla Tunisia, visto 19mila sono già stati identificati, e ha ribadito quando già detto dal premier e cioè che "la Tunisia non sta collaborando" con la gestione dell'emergenza migranti. Quando la Tunisia collaborerà, "bloccherà i propri flussi e si riprenderà i clandestini arrivati", si dice convinto Maroni, l'emergenza si concluderà. Dei 22mila sbarcati a Lampedusa, ha spiegato Maroni, 2mila sono invece profughi provenienti dalla Libia, prevalentemente somali e eritrei. Quanto alla gestione dell'emergenza, Maroni ha difeso la "macchina del Viminale" che "si è attivata subito", senza "ritardi e senza incidenti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4