martedì 24 gennaio | 06:23
pubblicato il 30/apr/2011 19:22

Immigrati/Lampedusa,ancora emergenza.In due giorni 2000 profughi

Gli extracomunitari imbarcati a bordo della nave Flaminia

Immigrati/Lampedusa,ancora emergenza.In due giorni 2000 profughi

Palermo, 30 apr. (askanews) - E' riesplosa l'emergenza immigrati a Lampedusa, investita nelle ultime 36 ore da una nuova ondata di sbarchi che hanno già portato sull'isola oltre duemila extracomunitari di origine subsahariana provenienti dal fronte libico. Dopo i mille sbarcati tra ieri e l'altroieri, la notte scorsa una vecchia imbarcazione con a bordo 388 profughi ha raggiunto la maggiore delle Pelagie, arenandosi dalle parti dell'isola dei Conigli. Una volta a terra, gli extracomunitari sono stati intercettati e bloccati dalle forze dell'ordine che li hanno portati al centro d'accoglienza di contrada Imbriacola. Successivamente le motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza sono intervenute per scortare un secondo barcone sul quale erano stipati altri 662 immigrati. Le operazioni di soccorso hanno subito qualche rallentamento rispetto alle normali procedure, dal momento che le condizioni del mare nel Canale di Sicilia nel pomeriggio hanno registrato un forte peggioramento, e sulla zona si è abbattuto anche un violento acquazzone. Dopo essere giunti sull'isola, gli immigrati sono stati sistemati provvisoriamente tra l'ex base Loran, la stazione marittima, e il centro d'accoglienza. Successivamente oltre 700 di loro, tra i quali anche molte donne e bambini, sono stati trasbordati sul traghetto Flaminia che nelle prossime ore partirà alla volta di diversi centri d'accoglienza della Penisola. La nave, appartenente alla flotta Tirrenia, non ha potuto attraccare a causa del forte vento, e le operazioni di imbarco si sono svolte nella rada lampedusana. E' stato infine soccorso da due motovedette della Guardia Costiera di Lampedusa, e da un rimorchiatore, un ultimo barcone con a bordo circa 600 persone, avvistato stamani in acque di competenza Sar maltesi. Il natante, in difficoltà, aveva lanciato un Sos dal momento che cominciava ad imbarcare acqua, ma le autorità maltesi hanno dirottato l'appello a quelle italiane. Il barcone, scortato dai mezzi italiani, è atteso nelle prossime ore nel porto di Lampedusa. Intanto un cadavere è stato recuperato questo pomeriggio a ridosso della costa di Linosa. Secondo quanto riferito da fonti dei carabinieri sull'isola, il corpo, quasi certamente di un immigrato morto nel corso di una traversata verso le isole Pelagie, è in avanzatissimo stato di decomposizione. Il cadavere infatti è privo di testa, di braccia e di gambe, e la morte potrebbe risalirebbe a diverse settimane fa.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4