mercoledì 22 febbraio | 23:58
pubblicato il 23/feb/2011 17:23

Immigrati/ Vertice Mediterraneo: Fondo speciale e asilo comune

Le richieste "urgenti" all'Ue per la crisi umanitaria

Immigrati/ Vertice Mediterraneo: Fondo speciale e asilo comune

Roma, 23 feb. (askanews) - Realizzare un sistema europeo di asilo comune e sostenibile entro la fine del 2012 e istituire un fondo speciale di solidarietà, comune a tutti i paesi europei, per aiutare le singole nazioni in caso di crisi umanitaria. Sono queste le due richieste principali rivolte all'Unione europea scaturite dal vertice di Roma di oggi pomeriggio tra i ministri dell'Interno di Italia, Spagna, Francia, Cipro, Grecia e Malta. In un comunicato congiunto finale i paesi rivieraschi del sud del Mediterraneo chiedono "misure urgenti per affrontare la crisi umanitaria" che potrebbe avere "gravi conseguenze e rischi potenziali per la sicurezza interna dell'Unione europea. Per questo consideriamo urgente che l'Unione europea predisponga misure di breve e lungo periodo e risorse adeguate per affrontare la sfida che abbiamo davanti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech