giovedì 23 febbraio | 20:04
pubblicato il 07/apr/2011 05:10

Immigrati/ Strage nel mare di Lampedusa, centinaia di dispersi

Salve una cinquantina di persone, all'appello mancano almeno 250

Immigrati/ Strage nel mare di Lampedusa, centinaia di dispersi

Lampedusa, 7 apr. (askanews) - Continuano nel Canale di Sicilia le ricerche degli eventuali superstiti del naufragio di un barcone con a bordo almeno 300 extracomunitari africani in un tratto di mare a 39 miglia a Sud Ovest di Lampedusa, in acque di competenza territoriale maltese. Sebbene la cifra non si conosca con certezza, a finire tra le onde, e a non essere stati ancora recuperati, sarebbero almeno 250 persone. Le motovedette della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto, infatti, hanno tratto in salvo e condotto a Lampedusa 48 immigrati, mentre altri tre sono stati recuperati da un peschereccio mazzarese che era impegnato in una battuta di pesca in quella zona. Particolarmente scosso il comandante del motopesca che ha detto di aver visto numerosi corpi sbattuti tra le onde. Secondo quanto riferito dai naufraghi assistiti al poliambulatorio di Lampedusa e portati all'interno della ex base Loran, tra i dispersi ci sarebbero anche molte donne e alcuni bambini.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech