lunedì 20 febbraio | 07:34
pubblicato il 20/apr/2011 11:25

Immigrati schiavizzati per montare fotovoltaico a Brindisi

15 arresti. Sequestrata una società spagnola

Immigrati schiavizzati per montare fotovoltaico a Brindisi

Immigrati schiavizzati per montare impianti fotovoltaici in Puglia: 15 persone sono state arrestate tra Brindisi e Lecce da Guardia di finanza e polizia. L'accusa è associazione a delinquere finalizzata alla riduzione in schiavitù dei lavoratori. A fare scattare le indagini sono stati gli esposti - presentati fin dallo scorso autunno - da decine di operai extracomunitari, che hanno denunciato di avere lavorato in condizioni di sfruttamento, senza alcun rispetto delle regole previste dal contratto di lavoro dei metalmeccanici. Sequestrata anche una società, con sede a Brindisi, con più di 800 dipendenti e di proprietà di soggetti spagnoli, che ha realizzato 17 impianti fotovoltaici nel Salento. Gli altri reati contestati a vario titolo dai 15 arrestati sono estorsione, favoreggiamento della condizione di clandestinità di cittadini extracomunitari e truffa aggravata ai danni dello Stato.

Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia