mercoledì 22 febbraio | 12:06
pubblicato il 17/dic/2013 13:48

Immigrati: Save the Children, condizioni inaccettabili Cpsa Lampedusa

Immigrati: Save the Children, condizioni inaccettabili Cpsa Lampedusa

(ASCA) - Roma, 17 dic - Con i 334 migranti arrivati domenica, il Centro di Primo Soccorso e Accoglienza (Cpsa) di Lampedusa ha superato la capienza massima, con condizioni di accoglienza e trattamenti assolutamente inaccettabili. In questo momento sono presenti nel Centro 497 migranti, di cui 79 donne e 2 minori eritrei accompagnati di 1 e 5 anni, e 36 minori soli non accompagnati, dai 15 ai 17 anni, in maggioranza eritrei e siriani.

E' quanto emerge dal dossier 'Minori Migranti in Arrivo Via Mare - 2013' pubblicato oggi, alla vigilia della Giornata internazionale del migrante 2013, da Save the Children che punta il dito sulel mancate garanzie dal parte del governo delle coperture finanziarie necessarie ad affrontare l'emergenza. Tra i bambini e gli adolescenti arrivati nel 2013 - sottolinea la Ong - ci sono anche i superstiti dei terribili naufragi avvenuti tra agosto e ottobre sulle coste siciliane, a Lampedusa e in mare aperto tra le Pelagie e Malta, dove hanno perso la vita anche i bambini. Se sono 17 i minori vittime a Lampedusa e in Sicilia, il numero assume altre proporzioni secondo le testimonianze raccolte tra i superstiti del naufragio dell'11 ottobre, che ricordano la presenza di almeno 100 bambini a bordo dell'imbarcazione, affondata dopo aver atteso per ore il soccorso in mare, mentre si contano solo 33 minori sopravissuti.

Rispetto alle modalita' di accoglienza e di protezione dei minori messe in atto nel corso dell'anno, il dossier di Save the Children evidenzia come anche nel 2013 si sia registrata la cronica e ancor piu' grave assenza di un sistema nazionale integrato specifico per i minori soli non accompagnati, che sono i piu' vulnerabili ed esposti al rischio di sfruttamento.

''La costante difficolta' nel reperimento dei posti disponibili nelle comunita' per minori, insieme alla mancata garanzia di copertura finanziaria da parte del governo, che solo dopo la visita del Primo ministro Letta a Lampedusa ha stanziato 20 milioni di euro per le spese pregresse, ha ripetutamente causato la permanenza prolungata dei minori in condizioni ambientali inaccettabili in particolare nel Cpsa di Lampedusa e nell'ex ospedale Umberto I a Siracusa, utilizzato impropriamente a questo scopo non avendo le caratteristiche idonee'', denuncia in una nota Raffaela Milano, direttore Programmi Italia-Europa di Save the Children.

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
Taxi
Protesta taxi e ambulanti a Roma, bloccata via del Corso
Chiesa
Presunti festini gay a Napoli, il card. Sepe sospende sacerdote
Taxi
Protesta taxi a Roma: scontri, bombe carta e tirapugni: 4 fermi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%