mercoledì 07 dicembre | 22:09
pubblicato il 17/dic/2013 13:48

Immigrati: Save the Children, condizioni inaccettabili Cpsa Lampedusa

Immigrati: Save the Children, condizioni inaccettabili Cpsa Lampedusa

(ASCA) - Roma, 17 dic - Con i 334 migranti arrivati domenica, il Centro di Primo Soccorso e Accoglienza (Cpsa) di Lampedusa ha superato la capienza massima, con condizioni di accoglienza e trattamenti assolutamente inaccettabili. In questo momento sono presenti nel Centro 497 migranti, di cui 79 donne e 2 minori eritrei accompagnati di 1 e 5 anni, e 36 minori soli non accompagnati, dai 15 ai 17 anni, in maggioranza eritrei e siriani.

E' quanto emerge dal dossier 'Minori Migranti in Arrivo Via Mare - 2013' pubblicato oggi, alla vigilia della Giornata internazionale del migrante 2013, da Save the Children che punta il dito sulel mancate garanzie dal parte del governo delle coperture finanziarie necessarie ad affrontare l'emergenza. Tra i bambini e gli adolescenti arrivati nel 2013 - sottolinea la Ong - ci sono anche i superstiti dei terribili naufragi avvenuti tra agosto e ottobre sulle coste siciliane, a Lampedusa e in mare aperto tra le Pelagie e Malta, dove hanno perso la vita anche i bambini. Se sono 17 i minori vittime a Lampedusa e in Sicilia, il numero assume altre proporzioni secondo le testimonianze raccolte tra i superstiti del naufragio dell'11 ottobre, che ricordano la presenza di almeno 100 bambini a bordo dell'imbarcazione, affondata dopo aver atteso per ore il soccorso in mare, mentre si contano solo 33 minori sopravissuti.

Rispetto alle modalita' di accoglienza e di protezione dei minori messe in atto nel corso dell'anno, il dossier di Save the Children evidenzia come anche nel 2013 si sia registrata la cronica e ancor piu' grave assenza di un sistema nazionale integrato specifico per i minori soli non accompagnati, che sono i piu' vulnerabili ed esposti al rischio di sfruttamento.

''La costante difficolta' nel reperimento dei posti disponibili nelle comunita' per minori, insieme alla mancata garanzia di copertura finanziaria da parte del governo, che solo dopo la visita del Primo ministro Letta a Lampedusa ha stanziato 20 milioni di euro per le spese pregresse, ha ripetutamente causato la permanenza prolungata dei minori in condizioni ambientali inaccettabili in particolare nel Cpsa di Lampedusa e nell'ex ospedale Umberto I a Siracusa, utilizzato impropriamente a questo scopo non avendo le caratteristiche idonee'', denuncia in una nota Raffaela Milano, direttore Programmi Italia-Europa di Save the Children.

com-stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni