sabato 10 dicembre | 10:35
pubblicato il 07/gen/2014 17:04

Immigrati: Patriarca Moraglia, ius soli non sia tema di scontro

(ASCA) - Cavallino-Treporti (VE), 7 gen 2014 - ''Il rischio di una degenerazione per quanto riguarda lo ius soli c'e'''.

Lo ammette il patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, presentando, nell'ambito dell'incontro a Cavallino-Treporti dei vescovi del Triveneto, la giornata mondiale del migrante e del rifugiato. ''La fatica di chi ha una politica di lungo respiro e' quella di cercare di trasformare le questioni problematiche in opportunita' e sfide per ritrovarci insieme - ha aggiunto il patriarca con i giornalisti-. Il rischio e' di politicizzare uno scontro dove poi alla fine chi paga sono delle persone fragili''. Ai giornalisti che gli chiedevano se e' uno schiaffo alla politica, il patriarca ha risposto: ''La politica e' fatta di uomini. Gli uomini fanno quello che possono, ma qualche volta dovrebbero fare quello che devono''.

Secondo il patriarca lo ''Ius soli'', dunque, ''non deve essere tema di scontro''. ''Bisogna arrivare con pacatezza a porre le giuste ragioni di questa realta' - ha spiegato - che e' qualcosa che ci interpella a prescindere da quello che puo' essere il nostro convincimento. Lo ius soli - prosegue Moraglia - deve essere inteso come un modo di arrivare ad accogliere veramente le persone che possono essere integrate e chiedono di essere integrate attraverso un procedimento, un cammino in cui non si vede chi arriva come la persona da cui bisogna difendersi, ma come la persona che puo' essere una ricchezza''.

''Io ho un po' di tristezza - confessa - quando sento dire che l'unica motivazione all'introduzione e' il saldo della mortalita' rispetto alla nativita'. Anche questo pero' e' un fatto importante, che non va disatteso, in un ragionamento che considera il bene comune. Credo che lo ius soli, se e' pensato dalle forze politiche in modo coordinato, saggio, sapiente, da un problema puo' diventare una sfida comune. Io temo - conclude Moraglia - che certe e altre questioni possano essere colte solo da un punto di vista ideologico e, se rimaniamo fermi sul punto ideologico, io penso che non si fara' un passo in avanti''. fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina