domenica 04 dicembre | 05:17
pubblicato il 16/feb/2015 13:02

Immigrati, oltre 2mila persone salvate nel canale di Sicilia

Motovedetta italiana minacciata da uomini armati di kalashnikov

Immigrati, oltre 2mila persone salvate nel canale di Sicilia

Lampedusa (askanews) - È un vero e proprio esodo quello che sta avvenendo in queste ore dalla Libia verso l'Europa. Tra sabato e domenica i gommoni soccorsi dalle motovedette di Guardia Costiera e Guardia di Finanza, e dai mezzi della Marina Militare nel Canale di Sicilia sono stati più di 15, con a bordo oltre 2mila persone.

Ma ci sono alcuni nuovi aspetti che rendono questa nuova fuga dal nord Africa diversa dal passato. A destare massima preoccupazione è quanto avvenuto ad una cinquantina di miglia da Tripoli, dove quattro uomini a bordo di una piccola imbarcazione, armati di kalashnikov, hanno minacciato una motovedetta della Guardia Costiera italiana che stava soccorrendo un'imbarcazione con migranti a bordo, intimando di lasciare loro l'imbarcazione dopo il trasbordo.

Altro episodio inquietante è stato quello di un giovane migrante sbarcato a Pozzallo che presentava segni di ferite d'arma da fuoco. Il giovane ha riferito alla polizia che a sparargli sono stati i trafficanti per costringerlo a salire sul gommone.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari