sabato 10 dicembre | 18:11
pubblicato il 09/ott/2013 10:30

Immigrati: Ocse, dopo Primavera araba 62mila ingressi in Italia

Immigrati: Ocse, dopo Primavera araba 62mila ingressi in Italia

(ASCA) - Roma, 9 ott - I flussi irregolari verso l'Italia sono cresciuti in maniera considerevole subito dopo lo scoppio della 'Primavera Araba': sono 62.692 le persone giunte nel corso del 2011, in massima parte provenienti da Libia e Tunisia e sbarcate nell'isola di Lampedusa. Nel 2010, lungo le coste italiane erano stati intercettati dalle autorita' di frontiera soltanto 4.406 migranti. Dopo una flessione nel 2012 (15.570 persone), una nuova consistente ondata migratoria e' in atto nel 2013: nei primi otto mesi dell'anno, infatti, si registrano gia' 21.241 migranti, di cui oltre la meta' arrivati nei mesi di luglio e agosto.

L'incidenza dei profughi siriani in Italia resta relativamente modesta, mentre la maggior parte dei richiedenti asilo e' originaria di Somalia, Eritrea, Nigeria, Pakistan e Afghanistan. E' quanto emerge dal Rapporto Ocse 'International Migration Outlook' - Prospettive sulle migrazioni internazionali 2013', presentato questa mattina nella sede del Cnel alla presenza del viceministro del lavoro e delle politiche sociali Cecilia Guerra.

Il Paese che piu' ha beneficiato dei 247mila permessi di soggiorno rilasciati nel 2012 e' la Cina, con 25mila nuovi permessi pari al 10,1% del totale. I restanti sono andati a cittadini provenienti per il 20,5% dall'Asia meridionale (11.600 dall'India e 8.500 dal Bangladesh, 6.600 dallo Sri Lanka e 7.700 dal Pakistan), per il 15,4% dal Nord Africa (di cui 21mila a marocchini, 9.400 a egiziani e 6.000 a tunisini), per il 12,9% dall'area balcanica (dove la componente piu' rilevante e' quella albanese, con 18.400 permessi di soggiorno), per l'11,2% dall'Europa orientale e dall'Asia centrale (di cui 8.700 dalla Moldavia e 8.500 dall'Ucraina), per l'11,2% dall'America Latina e, infine, per il 10,3% dall'Africa Sub-Sahariana.

red/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina