sabato 21 gennaio | 06:00
pubblicato il 31/mar/2011 15:36

Immigrati/ Lampedusa, l'isola lavora per tornare alla normalità

Continuano gli imbarchi di extracomunitari sulle navi

Immigrati/ Lampedusa, l'isola lavora per tornare alla normalità

Lampedusa, 31 mar. (askanews) - Il giorno dopo la visita del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, si lavora a Lampedusa per riportare l'isola alla sua condizione di normalità. Questa mattina il Quarto Reggimento del Genio Guastatori di Palermo ha cominciato l'opera di bonifica delle aree vicine al porto, dove da giorni erano accampati centinaia di tunisini. "Stiamo impegnando tre macchine per il movimento terra e una squadra di una decina di uomini - spiega il capitano Francesco Diati -. Lavoriamo insieme con le associazioni che si sono occupate della prima accoglienza, e dopo aver bonificato la collina accanto al molo, nelle prossime ore cercheremo di riportare alla condizione di originaria vivibilità anche la spiaggetta dietro al porto e la stazione marittima". Le previsioni del presidente del Consiglio, ieri, parlavano di 60 giorni per il completamento della bonifica. Un termine che il capitano non sottoscrive. "E' difficile dire quanto tempo ci vorrà - dice -, anche perchè è un lavoro connesso anche al flusso di nuovi immigrati. Certamente l'impegno è massimo". Sulla road map dei siti che verranno puliti, poi, Diati spiega: "Non c'è un piano, giornalmente è il comune che ci dà tutte le direttive". Intanto procedono velocemente le operazioni di imbarco degli immigrati a bordo delle navi messe a disposizione dal Governo. Nonostante la notte scorsa siano approdate sull'isola altre 500 persone, oggi sono stati più di 2500 gli extracomunitari portati fuori dall'arcipelago via nave e via aereo. All'alba di oggi è salpata dal molo commerciale la nave Excelsior, che con 1716 immigrati imbarcati, sta facendo rotta verso Taranto, come l'altra nave della flotta Grimaldi, la Catania, nella quale sono saliti invece 600 nordafricani. Attualmente sul molo commerciale è ancorata la terza nave passeggeri, la Clodia, sulla quale saranno ospitati duemila tunisini circa. Lavoro incessante anche all'aeroporto lampedusano, dal quale sono già partiti su due aerei 200 extracomunitari, ai quali dovrebbero aggiungersene altri cento oggi pomeriggio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, estratte mamma e bimbo: in ospedale, stanno bene
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4