sabato 25 febbraio | 05:45
pubblicato il 01/ago/2011 08:49

Immigrati/ Lampedusa, 25 cadaveri su barcone con 271 profughi

Gli extracomunitari potrebbero essere morti per asfissia

Immigrati/ Lampedusa, 25 cadaveri su barcone con 271 profughi

Palermo, 1 ago. (askanews) - C'erano anche 25 cadaveri a bordo del barcone di immigrati approdato a Lampedusa dopo una tregua che durava da oltre venti giorni. Sulla carretta, intercettata ieri sera nel Canale di Sicilia, ed entrata in avaria a poche miglia dalla maggiore delle Pelagie, si trovavano 271 persone. I corpi degli sfortunati compagni di viaggio si trovavano nella stiva della barca. Secondo una prima ipotesi avanzata dalla Capitaneria, è probabile che i 25 immigrati siano morti a causa di un'asfissia dovuta all'elevato numero di persone a bordo del barcone. A causa della rottura del motore dell'imbarcazione, i 271 extracomunitari sono stati trasbordati sulle motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di finanza partite da Lampedusa in soccorso del barcone.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech