domenica 22 gennaio | 13:34
pubblicato il 26/lug/2013 10:32

Immigrati: Istat, 15% nati in Italia nel 2012 sono stranieri

Immigrati: Istat, 15% nati in Italia nel 2012 sono stranieri

(ASCA) - Roma, 26 lug - I nati stranieri nel 2012 costituiscono il 15% del totale dei nati da residenti in Italia. Rispetto all'anno precedente, l'incremento delle nascite di bimbi stranieri e' dell'1%, inferiore a quello riscontrato per il 2011 rispetto al 2010 (+1,3%). E' quanto si legge nel censimento sulla popolazione straniera residente in Italia presentato oggi dall'Istat, in cui si specifica che il 15% corrisponde a 79.894 nati da genitori stranieri residenti in Italia. Mentre nel 2012 l'incremento e' stato solo dell'1%, tra il 2011 e il 2010 questo e' stato dell'1,3%. Il trend, quindi, e' l'opposto di quello fatto registrare dai nati di cittadinanza italiana (nati da almeno un genitore italiano) che risulta, ormai da quattro anni, in diminuzione. Inoltre, anche le cancellazioni per morte restano sostanzialmente stabili (diminuiscono dell'1,2%) e si confermano peraltro in numero contenuto (5.554), in conseguenza della giovane struttura per eta' dei cittadini stranieri. Il tasso di natalita' (nati per mille residenti) per la popolazione straniera nel 2012 e' di molto superiore (18,9 per mille) rispetto al corrispondente tasso calcolato per la popolazione di cittadinanza italiana (8,2 per mille).

All'inverso, il tasso di mortalita' degli stranieri (1,3 per mille) e' di molto inferiore al corrispettivo per la popolazione italiana (11 per mille).

Tuttavia, il saldo naturale positivo della popolazione straniera (+74.340 unita') non riesce a compensare il saldo naturale degli italiani (-153.037 unita') fortemente negativo per il 20121. In sintesi, dunque, la crescita della popolazione straniera registata nel corso del 2012 e' costituita dalle seguenti voci di bilancio: il saldo naturale positivo (+74.340 unita'); il saldo migratorio estero positivo (+283.087); il saldo per rettifiche post-censuarie positivo (+72.164); il saldo interno e per altri motivi (-95.469) - comprese le acquisizioni della cittadinanza italiana (65.383). Si riscontra in definitiva, anche per l'anno in esame, il contributo decisivo dei residenti stranieri ai fini della crescita demografica dell'Italia: senza di essi l'Italia sarebbe un Paese con popolazione in diminuzione.

red/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Maltempo
Rigopiano: si continua a scavare sotto la pioggia. Rischio slavine
Papa
Papa: vedremo cosa farà Trump. Mi preoccupa sproporzione economica
Papa
Papa:no a Chiesa insapore in società dove anche verità è truccata
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4