sabato 10 dicembre | 23:38
pubblicato il 18/dic/2013 09:28

Immigrati: indignazione dopo immagini shock Tg2 dal Cpa di Lampedusa

Immigrati: indignazione dopo immagini shock Tg2 dal Cpa di Lampedusa

(ASCA) - Roma, 18 dic - Indignazione. Questa la parola protagonista del dibattito pubblico e politico italiano dopo le immagini shock, trasmesse in esclusiva dal Tg2, delle condizioni in cui versano i migranti nel centro di prima accoglienza di Lampedusa. Il video - girato da uno degli ospiti del Cpa dell'isola che e' poi riuscito a consegnarlo alla testata Rai - mostra i migranti nudi, al freddo, in fila per essere sottoposti, da parte di un operatore del centro, al getto del benzoato di benzina, prodotto che evita la contrazione di malattie quali la scabbia. Di ''lager'' e ''condizioni da campo di concentramento'' ha parlato il sindaco di Lampedusa, Giusy Nicolini, in linea con le principali organizzazioni umanitarie operative sull'isola. Per Save the Children, presente a Lampedusa dal 2008, nel centro ''le condizioni di accoglienza e trattamento sono assolutamente inaccettabili''. Cosi', Amnesty international ha sottolineato che ''a nessun migrante dovrebbe essere rischiesto, tantomeno imposto, di spogliarsi in pubblico''.

''Profonda indignazione'' e' stata espressa anche da mons Francesco Montenegro, presidente della Commissione episcopale per le Migrazioni della Cei.

''Sono anni che chiediamo alle autorita' italiane trasferimenti rapidi da Lampedusa'', ha sottolineato Laurens Jolles, delegato per l'Italia e il Sud Europa dell'Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr), considerando che tra le persone sottoposte al trattamento ripreso nel video vi sono anche una ventina di naufraghi sopravvissuti alla tragedia del 3 ottobre scorso.

L'ex portavoce italiana dell'Unhcr, oggi presidente della Camera, Laura Boldrini, ha parlato di immagini ''indegne di un paese civile''. Commenti ai quali si associano quelli del ministro per l'Integrazione, Cecile Kyenge.

''Sono gravi e ci hanno scioccato!'', ha detto da parte sua il presidente del Consiglio Enrico Letta. ''Il governo - ha aggiunto - ha intenzione di fare un'indagine approfondita e di sanzionare eventuali responsabilita'''.

Anche il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ha assicurato che ''chi ha sbagliato paghera'''.

Ma in un'intervista pubblicata oggi sul Corriere della sera, Cono Gallipo', amministratore delegato della cooperativa 'Lampedusa accoglienza' - membro della Lega delle cooperative sociali - respinge ogni accusa di negligenza.

''Non potete - dice - metterci alla gogna per qualche sequenza che non puo' dire nulla su quello che facciamo realmente tutti i giorni. La realta' e' un'altra''.

red/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina