lunedì 16 gennaio | 12:50
pubblicato il 13/apr/2011 20:42

Immigrati/ Giornata di tensioni nel campo del Casertano

In attesa dei permessi temporanei, nordafricani rifiutano pasto

Immigrati/ Giornata di tensioni nel campo del Casertano

Napoli, 13 apr. (askanews) - Giornata di forti tensioni, oggi, nella tendopoli allestita a Santa Maria Capua Vetere, nell'ex caserma 'Ezio Andolfato'. I circa mille immigrati ricoverati, dalla scorsa settimana, nel campo organizzato vicino Caserta hanno rifiutato il cibo del pranzo e sono in agitazione per i permessi di soggiorno temporaneo che dovrebbero essere distribuiti nel fine settimana. Secondo quanto ricostruito da chi frequenta quotidianamente la struttura, si sono costituiti due gruppi tra i cittadini nord africani: chi sa che potrà presto circolare liberamente sul territorio italiano e chi, invece, è consapevole di dover essere rimpatriato perché durante le operazioni di identificazione sono stati riscontrati a suocarico precedenti penali o regressi provvedimenti di espulsione. Sarebbero proprio questi pochi immigrati destinati a far ritorno in patria a creare malumori e momenti di disordine. "Attualmente la situazione è sotto controllo - ha spiegato a TM News Paolo Monorchio, delegato della Croce rossa per i migranti in Campania - abbiamo spiegato loro, grazie ai nostri mediatori culturali presenti nel campo, di stare tranquilli e di attendere l'arrivo dei permessi. Purtroppo la gestione della situazione non dipende né da noi, né dalla Questura, ma da un'organizzazione nazionale. La nostra richiesta è che vengano dati loro dei punti di riferimento in tutta Italia una volta che andranno via da Santa Maria Capua Vetere. Non possono essere lasciati a se stessi. Adesso stiamo distribuendo delle sigarette e anche i pasti. Speriamo - ha aggiunto Monorchio - che la notte trascorra serenamente". Nel campo sammaritano, dove ogni giorno sono impegnati circa cento volontari della Cri, la tensione è salita quando un immigrato ha scavalcato la recinzione dell'ex caserma, ma è stato rintracciato dai poliziotti impegnati nella vigilanza esterna e riportato all'interno. L'uomo è rimasto lievemente ferito alle gambe e alle braccia, ma per lui non è stato reso necessario il ricovero in ospedale. Anche due notti fa il clima si era surriscaldato quando un piccolo gruppo aveva creato un po' di confusione dovuta anche a piccoli furti che si stanno registrando nella tendopoli. La situazione, in generale, è diventata più incandescente quando ai 471 migranti giunti lo scorso lunedì 4 aprile se ne sono aggiunti altri 531 arrivati a Santa Maria Capua Vetere il mercoledì successivo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Maltempo
P. Civile: ancora neve al centro-sud, venti forti anche al nord
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Napoli
Napoli, scoppia bombola del gas: un morto e almeno due feriti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Il prototipo della nuova Civic Type R debutta al Salone di Tokyo
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Spazio, lanciato razzo di SpaceX dopo l'esplosione di settembre
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
A Milano il car sharing DriveNow apre alle auto elettriche