martedì 21 febbraio | 13:54
pubblicato il 13/apr/2011 20:42

Immigrati/ Giornata di tensioni nel campo del Casertano

In attesa dei permessi temporanei, nordafricani rifiutano pasto

Immigrati/ Giornata di tensioni nel campo del Casertano

Napoli, 13 apr. (askanews) - Giornata di forti tensioni, oggi, nella tendopoli allestita a Santa Maria Capua Vetere, nell'ex caserma 'Ezio Andolfato'. I circa mille immigrati ricoverati, dalla scorsa settimana, nel campo organizzato vicino Caserta hanno rifiutato il cibo del pranzo e sono in agitazione per i permessi di soggiorno temporaneo che dovrebbero essere distribuiti nel fine settimana. Secondo quanto ricostruito da chi frequenta quotidianamente la struttura, si sono costituiti due gruppi tra i cittadini nord africani: chi sa che potrà presto circolare liberamente sul territorio italiano e chi, invece, è consapevole di dover essere rimpatriato perché durante le operazioni di identificazione sono stati riscontrati a suocarico precedenti penali o regressi provvedimenti di espulsione. Sarebbero proprio questi pochi immigrati destinati a far ritorno in patria a creare malumori e momenti di disordine. "Attualmente la situazione è sotto controllo - ha spiegato a TM News Paolo Monorchio, delegato della Croce rossa per i migranti in Campania - abbiamo spiegato loro, grazie ai nostri mediatori culturali presenti nel campo, di stare tranquilli e di attendere l'arrivo dei permessi. Purtroppo la gestione della situazione non dipende né da noi, né dalla Questura, ma da un'organizzazione nazionale. La nostra richiesta è che vengano dati loro dei punti di riferimento in tutta Italia una volta che andranno via da Santa Maria Capua Vetere. Non possono essere lasciati a se stessi. Adesso stiamo distribuendo delle sigarette e anche i pasti. Speriamo - ha aggiunto Monorchio - che la notte trascorra serenamente". Nel campo sammaritano, dove ogni giorno sono impegnati circa cento volontari della Cri, la tensione è salita quando un immigrato ha scavalcato la recinzione dell'ex caserma, ma è stato rintracciato dai poliziotti impegnati nella vigilanza esterna e riportato all'interno. L'uomo è rimasto lievemente ferito alle gambe e alle braccia, ma per lui non è stato reso necessario il ricovero in ospedale. Anche due notti fa il clima si era surriscaldato quando un piccolo gruppo aveva creato un po' di confusione dovuta anche a piccoli furti che si stanno registrando nella tendopoli. La situazione, in generale, è diventata più incandescente quando ai 471 migranti giunti lo scorso lunedì 4 aprile se ne sono aggiunti altri 531 arrivati a Santa Maria Capua Vetere il mercoledì successivo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia