domenica 04 dicembre | 09:35
pubblicato il 27/ago/2014 12:00

Immigrati, Frontex Plus da novembre sostituirà Mare Nostrum

Alfano soddisfatto da incontro con Malmstroem: Europa è più forte

Immigrati, Frontex Plus da novembre sostituirà Mare Nostrum

Bruxelles, 27 ago. (askanews) - "Ringrazio il mio amico, il ministro Alfano, e l'Italia per l'immenso lavoro che hanno fatto con l'operazione Mare Nostrum. L'Italia ha contribuito a salvare più di 100.000 persone in condizioni molto difficili, e questo è qualcosa che deve riconosciuto dal tutto il mondo". Con queste parole la commissaria europea agli Affari interni e l'Immigrazione, Cecilia Malmstroem, ha introdotto il punto stampa congiunto con il ministro italiano dell'Interno, Angelino Alfano, al termine del loro incontro di questo pomeriggio a Bruxelles in cui è stato deciso di lanciare l'operazione "Frontex Plus" a partire da Novembre, con l'obiettivo di sostenere e sostituire almeno in parte "Mare Nostrum". Mare Nostrum è stato "una risposta ai terribili eventi di Lampedusa, nell'ottobre scorso, è stata creata come un'operazione di emergenza, ma è chiaro - ha sottolineato Malmstroem - che questo non è uno sforzo che l'Italia può continuare tutto da sola". La Commissione, ha assicurato, "farà tutto il possibile per garantire che l'intera Unione europea svolga un ruolo più importante nell'aiutare l'Italia a gestire la questione dell'immigrazione nel Mediterraneo. E per questo, per aumentare l'assistenza all'Italia, abbiamo lavorato intensamente per una nuova operazione di Frontex", l'agenzia Ue per le frontiere esterne, che sarà chiamata "Frontex Plus". Il ministro Alfano è apparso molto soddisfatto dell'incontro. "La riunione ha dato due risultati concreti", ha spiegato: il primo è "la nascita dell'operazione Frontex Plus, che non ha precedenti perchè incorpora, amplia e rafforza due missioni già presenti nel Mediterraneo, 'Ermes' ed 'Aeneas', e costituirà una linea di presidio più estesa e più ampia di quella oggi esistente. Entro pochi giorni - ha riferito - metteremo a punto un piano operativo". "Oggi, con la partenza di Frontex Plus - ha sottolineato Alfano - ci sono tutte le basi per superare Mare Nostrum. Frontex Plus è pronta a partire. Ci siamo dati pochi giorni per mettere a punto nei dettagli le esigenze di navi ed elicotteri, e li chiederemo a Frontex e agli altri Stati membri; la Commissione europea, inoltre, si impegnerà per il rafforzamento del bilancio di Frontex insieme al Parlamento europeo". L'altro risultato - ha proseguito il ministro - è che le barche utilizzate dai mercanti di morte saranno distrutte perchè abbiamo la prova che sono state spesso riutilizzate. Attualmente non possiamo affondare i barconi in mare per rispetto delle normative internazionali in materia di ambiente e di protezione del mare.Possiamo però recuperarle a terra e distruggerle con il contributo della Commissione europea, in modo che non siano più riutilizzate". "Oggi - ha affermato Alfano - possiamo dire che l'Europa è più forte nel Mediterraneo", Con la nascita dell'operazione Frontex Plus, ha osservato Alfano, "raccogliamo il frutto del lavoro e dello sforzo che l'Italia ha compiuto da quasi un anno a questa parte" con l'operazione Mare Nostrum. "Dalla tragedia di Lampedusa diciamo che l'Europa deve essere più protagonista nel Mediterraneo. Oggi l'emergenza è del Mediterraneo centrale, ma quando noi poniamo il problema della frontiera lo facciamo - ha spiegato il ministro - nella consapevolezza che domani potrebbe essere un'altra frontiera interessata e coinvolta dall'esigenza di un presidio"; quindi, da parte dell'Italia "non c'è nessun egoismo nazionale ma una visione dell'Europa che considera il tema della frontiera un problema centrale". "Oggi, con la partenza di Frontex Plus - ha sottolineato il ministro dell'Interno - ci sono tutte le basi per superare Mare Nostrum. Frontex Plus è pronta a partire. Ci siamo dati pochi giorni per mettere a punto nei dettagli le esigenze di navi ed elicotteri, e li chiederemo a Frontex e agli altri Stati membri; la Commissione europea, inoltre, si impegnerà per il rafforzamento del bilancio di Frontex insieme al Parlamento europeo". Alfano ha poi insistito ancora sul fatto che, "Mare Nostrum è destinato a essere sostituito da Frontex Plus: era un'operazione di emergenza, a tempo. Se c'è un presidio europeo delle frontiere potremo ritirarla, e questa è una decisione che spetta all'Italia. Ne parleremo nel governo e al Consiglio Ue, ma la base costruita oggi permette questa sostituzione. Il che non significa - ha puntualizzato - che Frontex Plus sarà una fotocopia di Mare Nostrum, che farà esattamente le stesse cose". Dobbiamo definire i bisogni di Frontex Plus, ma non ci sarà duplicazione" rispetto a Mare Nostrum, ha confermato Malmstroem. La nuova operazione "sarà più limitata nel campo di applicazione e nell'estensione geografica" ha precisato. "Non sarà identica, e non so se potremo trovare i mezzi per fare quello che ha fatto l'Italia", ha aggiunto, concludendo che molto dipenderà da quanti Stati membri parteciperanno, e con quali mezzi, a Frontex Plus.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari