lunedì 16 gennaio | 12:24
pubblicato il 09/ott/2013 14:55

Immigrati: d. Ciotti sottoscrive appello per abolizione Bossi-Fini

(ASCA) - Roma, 9 ott - Don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e presidente nazionale di Libera ha sottoscritto l'appello per l'abolizione della legge Bossi-Fini sull'immigrazione.

''Non basta commuoversi, bisogna muoversi'', spiega don Ciotti che definisce la Bossi-Fini ''una legge non solo discutibile sul piano etico, ma inefficace sul piano pratico.

La logica del respingimento e della chiusura alimenta i canali illegali dell'immigrazione, - dice - la tratta degli esseri umani, gli abusi e le violenze''. ''La vera sicurezza nasce dall'accoglienza, dal riconoscimento. - sostiene il sacerdote - La base della sicurezza e' il dare dignita' e responsabilita'. Dobbiamo sottrarre il problema dell'immigrazione alla propaganda sulla paura. Le persone immigrate non sono un problema ma una speranza. La speranza ha sempre il volto degli esclusi''.

gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Maltempo
P. Civile: ancora neve al centro-sud, venti forti anche al nord
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Napoli
Napoli, scoppia bombola del gas: un morto e almeno due feriti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Il prototipo della nuova Civic Type R debutta al Salone di Tokyo
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Spazio, prima passeggiata spaziale per il francese Thomas Pesquet
TechnoFun
Arriva Switch, la nuova console trasformista di Nintendo
Sistema Trasporti
A Milano il car sharing DriveNow apre alle auto elettriche