martedì 21 febbraio | 05:18
pubblicato il 10/ott/2013 16:34

Immigrati: Cgil, confermare emendamento approvato commissione giustizia

Immigrati: Cgil, confermare emendamento approvato commissione giustizia

(ASCA) - Roma, 10 ott - ''L'approvazione da parte della commissione giustizia del Senato dell'emendamento che chiede l'abolizione del reato di clandestinita' e' un segnale importante che deve ora essere confermato dal Parlamento. La vera svolta si avra' pero' con la cancellazione della legge Bossi- Fini e con una nuova legge sull'immigrazione''. Lo ha detto il segretario nazionale della Cgil, Vera Lamonica, oggi a Palermo nel corso del suo intervento al direttivo del sindacato siciliano convocato in via straordinaria, dopo l'ultima tragedia del mare, per discutere di interventi e richieste alle istituzioni in tema di immigrazione.

Lamonica ha espresso un giudizio positivo anche per l'approvazione da parte del Consiglio dei ministri delle misure sul permesso di soggiorno di lunga durata, osservando che ''il nostro Paese deve comunque dotarsi di una legge organica sul diritto d'asilo, che ad oggi manca, un vuoto inammissibile''. Dalla Cgil anche la richiesta di ''un piano strutturale di accoglienza con il coinvolgimento di enti locali, parti sociali e associazioni, un piano di solidarieta' e apertura improntato al rispetto dei diritti e della dignita' umana , che abbia anche l'obiettivo di non lasciare sole le comunita' locali che accolgono i migranti''.

La dirigente sindacale ha anche aggiunto che la soluzione dei problemi legati all'immigrazione ''e' una prova per l'Europa e non solo politica ma prova di civilta', di una civilta' che si apre senza ripiegare su stessa come se non fosse all'altezza della sfida. Un'Europa dell'accoglienza e della solidarieta' - ha affermato - deve darsi strumenti normativi e dimostrare un impegno reale. A cominciare - ha specificato la sindacalista - dalla creazione di corridoi umanitari attraverso i quali i richiedenti asilo possano muoversi in condizioni di sicurezza''. Lamonica ha infine concluso sostenendo che ''l'Italia deve continuare a chiedere all'Europa interventi, per come sta facendo, ma deve anche mettere le sue carte in regola per essere credibile e incisiva''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia