domenica 26 febbraio | 20:45
pubblicato il 28/giu/2012 12:30

Immigrati/ Barca in avaria, in 53 soccorsi al largo di Crotone

Trasbordati su una motovedetta sono arrivati a Reggio Calabria

Immigrati/ Barca in avaria, in 53 soccorsi al largo di Crotone

Reggio Calabria, 28 giu. (askanews) - Sono sbarcati nel cuore della notte, nel porto di Reggio Calabria, i 53 immigrati di nazionalità afgana, pakistana, somala e turca soccorsi al largo di Crotone da mezzi aerei e navali della Guardia Costiera. L'allarme era scattato nel pomeriggio di ieri, quando una barca a vela di una decina di metri aveva chiesto aiuto per un'avaria al motore. Scattate le ricerche in mare, da parte di due motovedette e di un elicottero, l'imbarcazione era stata localizzata, in balia delle onde, a 97 miglia a sud est di Crotone. Per le difficili condizioni del mare, gli immigrati (41 uomini, 5 donne e 7 bambini) sono stati trasferiti su una motovedetta e condotti a Reggio Calabria, in una struttura sportiva della città, lo Scatolone, dove sono stati rifocillati e sottoposti alla procedura di identificazione. Tutte le persone sono in buone condizioni di salute e dicono di essere partite nei giorni scorsi da un porto greco.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech