giovedì 23 febbraio | 10:22
pubblicato il 29/gen/2011 18:58

Immigrati/ 31 gennaio primo click day, in totale 98mila permessi

Decreto flussi 2010, la procedura tutta sul web

Immigrati/ 31 gennaio primo click day, in totale 98mila permessi

Roma, 29 gen. (askanews) - Il 31 gennaio parte il primo dei tre click day che porteranno all'assegnazione dei 98.080 permessi di soggiorno (86.580 nuovi ingressi e 11.500 conversioni di permessi di soggiorno) riservati ai cittadini extracomunitari. Una procedura, quella prevista al Decreto flussi 2010, che si realizza tutta sul web. Una circolare congiunta dei ministeri dell'Interno e del Lavoro fornisce i dettagli sui click day che partiranno il 31 gennaio e il 2 e 3 febbraio a seconda delle diverse categorie e nazionalità dei richiedenti. Il primo step era il 17 gennaio, giorno dal quale è disponibile sul sito del ministero www.interno.it l'applicativo per la compilazione dei moduli. Le domande di nulla osta per lavoro non stagionale possono infatti essere presentate esclusivamente attraverso il sistema telematico dal sito internet del ministero dell'Interno. Le procedure per la registrazione degli utenti, la compilazione dei moduli e l'invio delle domande sono sostanzialmente identiche a quelle in uso e già sperimentate nelle precedenti edizioni degli anni scorsi relative ai decreti flussi. Le novità introdotte quest'anno riguardano la compilazione delle domande in modalità on line direttamente sul web, per accelerare l'acquisizione dei dati da parte del sistema informatico del Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione. Mentre la conferma di avvenuta ricezione non è più inviata sull'e-mail del richiedente ma visibile già sull'applicativo di compilazione, nell'area privata dell'utente. Dal 17 gennaio disponibile sul sito del ministero dell'interno l'applicativo per la compilazione delle domande da trasmettere solo successivamente. nei giorni previsti per le diverse tipologie lavorative e di nazionalità. I click day sono tre: per l'invio delle domande, per i primi 52.080 'posti' il via è fissato a partire dalle 8,00 del 31 gennaio esclusivamente per le istanze relative a lavoratori delle nazionalità privilegiate, specificate nell'art. 2 del Dpcm, ovvero, cittadini albanesi, algerini, del Bangladesh, egiziani, filippini, ghanesi, marocchini, moldavi, nigeriani, pakistani, senegalesi, somali, dello Sri Lanka, tunisini, indiani, peruviani, ucraini; del Niger, del Gambia e di altri Paesi non appartenenti all'Unione europea che concludano accordi finalizzati alla regolamentazione dei flussi di ingresso e delle procedure di riammissione. Il secondo appuntamento è per il 2 febbraio sempre dalle ore 8, quando sarà possibile inviare le domande per 30mila posti relative ai lavoratori domestici e di assistenza alla persona, provenienti da Paesi che non hanno stipulato accordi con l'Italia. Dal 3 febbraio, a partire dalle ore 8, invio delle domande per tutti i restanti settori indicati negli articoli 4, 5 e 6 del decreto: ovvero le domande (per quattromila) di lavoratori che hanno completato speciali programmi di formazione nel Paese di origine, e 500 lavoratori di origine italiana (almeno da parte di uno dei genitori fino al terzo grado in linea di ascendenza), residenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech