sabato 25 febbraio | 17:30
pubblicato il 11/ago/2011 15:11

Immigrati, 14 fermi per rivolta al Cara di Isola Capo Rizzuto

Contestato anche il reato di saccheggio

Immigrati, 14 fermi per rivolta al Cara di Isola Capo Rizzuto

Devastazione, saccheggio, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale: di questi reati devono rispondere i 14 nigeriani, tra loro anche una donna, fermati dalla polizia di Crotone perchè ritenuti responsabili della rivolta scoppiata lo scorso 1 agosto nel Centro di accoglienza richiedenti asilo di Sant'Anna, a Isola Capo Rizzuto. I 14 si aggiungono agli altri quattro arrestati in flagranza il 1 agosto. Il procuratore della Repubblica di Crotone Raffaele Mazzotta.Nel tardo pomeriggio del 1 agosto, circa 30 ospiti del Centro di accoglienza, uno dei più grandi d'Europa, avevano bloccato la Statale 106 e avviato una protesta, poi degenerata in guerriglia, con scontri con carabinieri e polizia. Il bilancio fu di 25 feriti tra le forze dell'ordine. Come nella rivolta al Cara di Bari, gli immigrati rivendicavano il riconoscimento dello status di rifugiati e lamentavano ritardi nella procedura burocratica per la concessione del diritto d'asilo.

Gli articoli più letti
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech