lunedì 23 gennaio | 22:00
pubblicato il 27/set/2012 12:06

Ilva/ Taranto iniziato sciopero, operai bloccano accessi citta'

Dopo che Gip Todisco ha bocciato piano risanamento azienda

Ilva/ Taranto iniziato sciopero, operai bloccano accessi citta'

Taranto, 27 set. (askanews) - Questa mattina è iniziata la due giorni di sciopero indetto da Fim Cisl e Uilm Uil dopo che il gip Patrizia Todisco ha bocciato sonoramente il piano di risanamento industriale da 400 milioni presentato la scorsa settimana dal presidente di Ilva, Bruno Ferrante. Piano di risanamento, definito dal magistrato, "sconcertante e radicalmente inaccettabile". Prosegue quindi il programma avviato dai custodi giudiziari di eliminazione delle emissioni inquinanti dagli impianti sequestrati, che prevede la chiusura di tre altoforni su cinque e di quasi tutti gli impianti del reparto cokerie. Lo sciopero è cominciato alle 9 e riguarderà tutto il siderurgico. La Fiom Cgil non ha aderito alla sciopero. Fim e Uilm hanno precisato che la loro protesta non è contro la Magistratura ma vuole invece rivendicare una compatibilità fra risanamento ambientale degli impianti e tutela del lavoro attraverso un cronoprogramma che non penalizzi i posti di lavoro. Così come avvenuto a luglio, all'indomani del sequestro della magistratura, anche oggi un migliaio di operai sta bloccando le principali strade d'accesso a Taranto, la statale 100 in direzione Bari e la statale 106 ionica che porta ad ovest verso la Calabria. Alcuni operai hanno passato la notte a sessanta metri di altezza sul nastro trasportatore dell'Altoforno 5 e sulla torre del camino E312. Continua intanto il lavoro della commissione nominata dal ministro dell'Ambiente Corrado Clini per il rilascio dell'autorizzazione integrata ambientale all'Ilva: "Stiamo continuando a fare quanto programmato - ha commentato il ministro intervenendo a Tgcom24 - Stiamo lavorando per il rilascio dell'Aia applicando la legge italiana e le direttive europee, in particolare prevedendo che Ilva debba adeguare i propri impianti ai migliori standard europei. Concluderemo questo lavoro nei prossimi giorni e poi rilasceremo l'Aia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4