domenica 26 febbraio | 20:35
pubblicato il 07/ago/2012 07:10

Ilva/ Taranto in attesa della decisione del Riesame

Ieri a Bari tavolo sulla riduzione dell'inquinamento

Ilva/ Taranto in attesa della decisione del Riesame

Taranto, 7 ago. (askanews) - Le transenne davanti a Palazzo di giustizia non sono state più rimosse dopo l'udienza di tre giorni fa davanti al tribunale del riesame. A Taranto cresce l'attesa per conoscere la decisione dei giudici sui ricorsi dell'Ilva presentati contro il sequestro degli impianti dell'area a caldo e quelli dei difensori degli otto tra dirigenti ed ex dirigenti arrestati che ne chiedono la scarcerazione. C'è tempo fino al 9, poi i termini per la decisione scadranno. Ma i giudici potrebbero esprimersi anche prima. Ieri intanto a Bari, in Regione, c'è stato un vertice per discutere sugli impegni che l'azienda dovrà accollarsi per ridurre l'inquinamento del capoluogo ionico. Il cosiddetto tavolo tecnico sull'Ilva si è riunito a Bari per discutere di monitoraggio emissioni, benzopirene e parchi minerali. Vi hanno preso parte alcuni rappresentanti dell'Ilva, dell'Arpa Puglia, dell'Asl di Taranto, dell'Avvocatura regionale, oltre a esponenti del governo, tecnici regionali e l'assessore regionale alla Qualità dell'ambiente, Lorenzo Nicastro. Il "tavolo" ha stabilito che agosto sarà un mese importante per avviare il piano complessivo che porti l'azienda verso la riduzione delle emissioni. "Una risposta positiva da parte dell'Ilva - ha detto il presidente della Regione Nichi Vendola -, costituirebbe di fatto una premessa per poter cominciare a ricostruire il rapporto tra l'impresa e la sensibilità comune dei tarantini". Sul fronte romano, intanto, il ministro dell'Ambiente Corrado Clini anche ieri ha replicato alle polemiche. "Alcuni organi di stampa - ha detto il ministro -, hanno costruito un'ipotesi che sull'Ilva di Taranto ci sia stata una sorta di "combine", e questo è offensivo e irresponsabile. Ci sono 20 mila famiglie - ha proseguito Clini - che dipendono da Ilva a Taranto e altre migliaia di lavoratori in tutta Italia che sono legati al ciclo della siderurgia di Taranto. Dire queste cose è un atto irresponsabile che va denunciato in maniera molto decisa, senza alcun dubbio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech