domenica 22 gennaio | 05:26
pubblicato il 07/ago/2012 07:10

Ilva/ Taranto in attesa della decisione del Riesame

Ieri a Bari tavolo sulla riduzione dell'inquinamento

Ilva/ Taranto in attesa della decisione del Riesame

Taranto, 7 ago. (askanews) - Le transenne davanti a Palazzo di giustizia non sono state più rimosse dopo l'udienza di tre giorni fa davanti al tribunale del riesame. A Taranto cresce l'attesa per conoscere la decisione dei giudici sui ricorsi dell'Ilva presentati contro il sequestro degli impianti dell'area a caldo e quelli dei difensori degli otto tra dirigenti ed ex dirigenti arrestati che ne chiedono la scarcerazione. C'è tempo fino al 9, poi i termini per la decisione scadranno. Ma i giudici potrebbero esprimersi anche prima. Ieri intanto a Bari, in Regione, c'è stato un vertice per discutere sugli impegni che l'azienda dovrà accollarsi per ridurre l'inquinamento del capoluogo ionico. Il cosiddetto tavolo tecnico sull'Ilva si è riunito a Bari per discutere di monitoraggio emissioni, benzopirene e parchi minerali. Vi hanno preso parte alcuni rappresentanti dell'Ilva, dell'Arpa Puglia, dell'Asl di Taranto, dell'Avvocatura regionale, oltre a esponenti del governo, tecnici regionali e l'assessore regionale alla Qualità dell'ambiente, Lorenzo Nicastro. Il "tavolo" ha stabilito che agosto sarà un mese importante per avviare il piano complessivo che porti l'azienda verso la riduzione delle emissioni. "Una risposta positiva da parte dell'Ilva - ha detto il presidente della Regione Nichi Vendola -, costituirebbe di fatto una premessa per poter cominciare a ricostruire il rapporto tra l'impresa e la sensibilità comune dei tarantini". Sul fronte romano, intanto, il ministro dell'Ambiente Corrado Clini anche ieri ha replicato alle polemiche. "Alcuni organi di stampa - ha detto il ministro -, hanno costruito un'ipotesi che sull'Ilva di Taranto ci sia stata una sorta di "combine", e questo è offensivo e irresponsabile. Ci sono 20 mila famiglie - ha proseguito Clini - che dipendono da Ilva a Taranto e altre migliaia di lavoratori in tutta Italia che sono legati al ciclo della siderurgia di Taranto. Dire queste cose è un atto irresponsabile che va denunciato in maniera molto decisa, senza alcun dubbio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4