giovedì 08 dicembre | 13:10
pubblicato il 03/ago/2012 14:56

Ilva/ Ore di attesa in tribunale per la decisione del Riesame

Giudici si esprimeranno su sequestro impianti

Ilva/ Ore di attesa in tribunale per la decisione del Riesame

Taranto, 3 ago. (askanews) - Sono ore di attesa, in tribunale a Taranto per le decisione che il Riesame dovrà prendere sul decreto di sequestro degli impianti Ilva e sull'ordinanza di custodia cautelare per gli otto dirigenti dello stabilimento siderurgico agli arresti domiciliari. Il procuratore aggiunto della Repubblica di Taranto, Pietro Argentino, che conduce le indagini insieme al procuratore capo Franco Sebastio e ai sostituti Mariano Buccoliero e Giovanna Cannarile, ha chiesto al Tribunale del riesame di decidere entro il termine perentorio di 10 giorni solo sulle 8 misure cautelari e di rimandare, invece, la decisione sul sequestro al 15 settembre, dopo la pausa estiva. Ma la richiesta è stata respinta. Sarà rispettato quindi il termine perentorio di 10 giorni dalla presentazione dei ricorsi (il 9 agosto) entro il quale il collegio, presieduto da Antonio Morelli, si esprimerà sulle due istanze avanzate dai legali della difesa. Sempre nel corso della stessa udienza, l'Ilva ha presentato due perizie, una medico-epidemiologica, l'altra chimico-fisica per rispondere alle due perizie del gip Patrizia Todisco che erano state determinanti per l'ordinanza di custodia cautelare e il decreto di sequestro.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni