sabato 21 gennaio | 16:28
pubblicato il 11/ott/2012 05:10

Ilva/ Ministero Ambiente: oggi si conclude l'istruttoria Aia

Clini: in bozza misure immediate per ridurre subito inquinamento

Ilva/ Ministero Ambiente: oggi si conclude l'istruttoria Aia

Roma, 11 ott. (askanews) - Oggi si conclude l'istruttoria per la nuova Autorizzazione integrata ambientale dell'Ilva di Taranto, lo comunica il ministero dell'Ambiente. E - sottolinea il ministro dell'ambiente Corrado Clini - "la bozza di Aia prevede misure immediate e interventi da completare entro tre anni che determinano da subito riduzioni drastiche delle emissioni inquinanti". Il gruppo istruttore dell'Aia per l'Ilva di Taranto sta per concludere il suo lavoro che - spiega il ministero - si sta svolgendo con la piena collaborazione dei rappresentanti del ministero, della regione e degli enti locali. Oggi sarà formalizzata la proposta di Autorizzazione integrata ambientale che, entro il 17 ottobre, sarà sottoposta alla conferenza di servizi e alla firma del ministro. Clini conferma inoltre la sua "piena fiducia nella professoressa Carla Sepe", che ha guidato il gruppo istituito dal ministro per assicurare "correttezza, trasparenza e velocità all'istruttoria tecnica per l'Aia". In quaranta giorni - sottolinea il ministero e' stato completato un lavoro che, per la precedente Aia, era stato portato avanti per quasi 5 anni, "con conclusioni contraddittorie e poco efficaci per la protezione dell'ambiente e della salute". Carla Sepe ha lavorato in stretto collegamento con il ministro e, dunque, sottolinea Clini, "le critiche (riportate dalla stampa locale), inconsistenti dal punto di vista giuridico e opache, vanno semmai rivolte al ministro". Clini sottolinea che "la bozza di Aia preparata dal gruppo di lavoro prevede misure immediate e interventi da completare entro tre anni che determinano da subito riduzioni drastiche delle emissioni inquinanti". E sono "indicazioni molto più rigide, cogenti e incisive sotto il profilo della tutela dell'ambiente e della salute pubblica, rispetto alle 462 prescrizioni dell'Aia del 4 agosto 2011, che era stata accolta senza obiezioni da chi oggi critica il nostro lavoro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Rigopiano, Vigili fuoco: trovati 10 superstiti, 5 già ricoverati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Maltempo, vigili fuoco: in contatto con una donna e due bambini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4