domenica 04 dicembre | 07:47
pubblicato il 15/mag/2013 11:20

Ilva, arrestato il presidente della provincia di Taranto Florido

Da procura ionica altre 3 ordinanze di custodia cautelare

Ilva, arrestato il presidente della provincia di Taranto Florido

Taranto, (askanews) - Pressioni indebite sui dirigenti della provincia di Taranto per ottenere l'autorizzazione a utilizzare la cava Mater Gratiae all'interno dello stabilimento Ilva. Ruota intorno a questa ipotesi il nuovo capitolo dell'inchiesta "Ambiente svenduto" a carico dello stabilimento Ilva che ha portato all'arresto di Gianni Florido, presidente al suo secondo mandato della provincia ionica in quota Pd ed in passato segretario generale della Cisl ionica. Per lui l'accusa è di concussione. A finire nel mirino della procura tarantina anche l'ex assessore provinciale all'ambiente Michele Conserva, arrestato, e l'ex segretario provinciale, Vincenzo Specchia, ai domiciliari. Una nuova ordinanza di custodia in carcere è stata notificata anche Girolamo Archinà, in cella già dal 26 novembre del 2012: l'ex responsabile delle relazioni istituzionali dell'Ilva è accusato di aver corrotto, in alcuni casi, ufficiali e pilotato i controlli all'interno dello stabilimento.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari