giovedì 23 febbraio | 06:14
pubblicato il 31/ott/2014 18:40

Ilaria Cucchi: Mio fratello Stefano morto di ingiustizia

"Continuo a pretendere giustizia, andrò avanti fino alla fine"

Ilaria Cucchi: Mio fratello Stefano morto di ingiustizia

Roma, (askanews) - "Non me l'aspettavo. Mio fratello è morto cinque anni fa in questo tribunale a piazzale Clodio. Mio fratello è morto di ingiustizia, di una giustizia che non è giusta, che non è uguale per tutti, una giustizia che non è per gli ultimi e mio fratello in quel momento era un ultimo". E' questo il commento di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, il geometra di 31 anni morto il 22 ottobre 2009 nel reparto protetto dell'Ospedale Pertini una settimana dopo il suo arresto. La sentenza di secondo grado ha assolto tutti gli imputati: infermieri, agenti della polizia giudiziaria, e i medici che erano stati condannati in primo grado per omicidio colposo.

"Mio fratello non ha avuto giustizia, ma continuo a pretendere giustizia. Andrò avanti fino alla fine - ha concluso Ilaria Cucchi -. Continuerò ad urlare forte che su quelle foto c'è la verità".

Gli articoli più letti
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Campidoglio
Grillo in Campidoglio: su stadio Roma decidono Raggi e Consiglio
Mafia
Summit mafiosi per spartire racket, 14 arresti a Lamezia Terme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech