martedì 21 febbraio | 20:48
pubblicato il 21/ago/2013 13:23

Il mistero dell'Ufo vicino alla Iss: era un pezzo di antenna

Il detrito era stato filmato dall'astronauta Chris Cassidy

Il mistero dell'Ufo vicino alla Iss: era un pezzo di antenna

Milano (askanews) - Un Ufo in avvicinamento alla Stazione spaziale internazionale. Un'ipotesi affascinante, tanto quanto le immagini diffuse dalla Nasa, che però non si è rivelata veritiera. Questo video è dell'astronauta Chris Cassidy che ha avvistato fuori dalla Iss un oggetto volante non identificato. Subito ha ripreso tutto e ha avvisato i tecnici della Nasa che da Terra seguono passo passo la missione. Le immagini sono state pubblicate su Internet insieme alla spiegazione, molto meno suggestiva di un tentativo di approccio da parte degli extraterrestri. L'oggetto non identificato infatti è la copertura di un'antenna staccatasi dal modulo russo Svezda presente sulla stessa Iss.A svelare il mistero sono stati gli stessi specialisti russi che hanno riportato la verità dei fatti togliendo spazio ad ogni fantasiosa congettura su incontri ravvicinati del terzo tipo.

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Taxi
Protesta taxi e ambulanti a Roma, bloccata via del Corso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia