domenica 11 dicembre | 13:18
pubblicato il 09/feb/2012 16:50

il Manifesto, l'appello del direttore Norma Rangeri: Comprateci

Il quotidiano tenta di evitare la chiusura

il Manifesto, l'appello del direttore Norma Rangeri: Comprateci

Roma, (askanews) - Il Manifesto è a rischio chiusura e fa appello ai lettori, a tutti i lettori che hanno a cuore la pluralità dell'informazione. Pur con la ristrutturazione e i tagli al personale, il giornale infatti non riesce ora ad andare avanti senza i fondi per l'editoria. "Ma prima della chiusura faremo il possibile", afferma Norma Rangeri, direttore del Manifesto, nel corso di una conferenza stampa convocata nella sede del quotidiano all'indomani dell'avvio della procedura di liquidazione coatta.Ecco l'appello del direttore:"Adesso cerchiamo di mobilitare al massimo i nostri lettori e sostenitori. Chiediamo di comprare il Manifesto tutti i giorni, perchè abbiamo un bacino di lettori di 50mila lettori ma poi le vendite sono 20mila. La prima campagna che lanciamo è comprateci tutti i giorni".Quali sono i prossimi passaggi per il quotidiano?"Il Manifesto aspetta nelle prossime settimane il liquidatore del Ministero dello Sviluppo che verrà a controllare i nostri conti e insieme cercheremo di mettere in campo tutto quello che è possibile per mantenere in vita l'azienda".

Gli articoli più letti
Papa
Papa: prega per Aleppo. Guerra cumulo soprusi e falsità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina