domenica 11 dicembre | 02:00
pubblicato il 03/giu/2011 13:01

Il Cile apre un'inchiesta sulla morte del poeta Pablo Neruda

Per alcuni testimoni sarebbe stato ucciso

Il Cile apre un'inchiesta sulla morte del poeta Pablo Neruda

La magistratura cilena dopo 38 anni ha aperto un'inchiesta sulla morte del poeta Pablo Neruda. La richiesta è arrivata dal partito comunista che, come si vede in queste immagini, ha consegnato la pratica al giudice Mario Carroza, lo stesso che si sta occupando delle indagini sulla morte dell'ex presidente Allende. Neruda morì ufficialmente per cancro in una clinica di Santiago nel 1973 a due settimane dal colpo di Stato del dittatore Pinochet. Il suo autista sostiene che gli furono inoculanti dei calmanti mortali dagli agenti segreti della dittatura. E non è l'unico testimone come spiega l'avvocato Eduardo Contreras."Anche la stampa all'epoca dice curiosamente che nel pomeriggio di domenica 23 al poeta iniettarono per i suoi dolori una sostanza calmante, però, dice la stampa dell'epoca quantomeno l'unica permessa, questo gli aveva prodotto choc che ha provocato un arresto cardiaco"

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina