domenica 26 febbraio | 20:36
pubblicato il 11/giu/2012 13:00

Guidavano motorino e facevano canestro: scoperti 16 falsi ciechi

Individuati da Gdf Siracusa, denunciato anche un medico

Guidavano motorino e facevano canestro: scoperti 16 falsi ciechi

Milano, (askanews) - C'è chi andava in motorino, chi prelevava al bancomat e chi, con una mira da far invidia ad un giocatore di basket Nba, ogni mattina faceva canestro nel bidone della spazzatura con il sacchetto dei rifiuti. Peccato che per lo Stato tutte queste persone fossero cieche assolute e quindi destinatarie della pensione di invalidità e delle indennità di accompagnamento.In tutto sono 16 i falsi ciechi scoperti dai Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa che grazie agli accertamenti e ai filmati hanno individuato una truffa ai danni dell'Inps per oltre un milione di euro.Per ogni falso cieco però c'è anche un dottore compiacente che accerta la falsa invalidità. Così i militari della Gdf sono risaliti fino ad un medico oculista, componente della commissione medica provinciale, che pertanto è stato denunciato per concorso nel reato di truffa aggravata ai danni dello Stato.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech