lunedì 20 febbraio | 14:08
pubblicato il 22/ott/2014 16:45

Gufo incatenato in "Affari tuoi", Lav denuncia per maltrattamento

"È incredibile che si metta alla berlina un essere vivente"

Gufo incatenato in "Affari tuoi", Lav denuncia per maltrattamento

Roma, 22 ott. (askanews) - Violazione del Codice Penale per maltrattamento di animale e affidamento a un Centro di recupero. Sono queste le richieste della Lav in una denuncia presentata alla Procura di Roma per l'utilizzo di un gufo reale incatenato nella trasmissione "Affari tuoi" su Rai 1, condotta da Flavio Insinna.

Secondo l'associazione l'animale è "ridotto a oggetto, privato delle sue primarie necessità etologiche, sottoposto a innaturali e potenti luci e rumori".

"È incredibile che si metta alla berlina un essere vivente, con un messaggio ridicolizzante, innanzitutto per chi lo propone, in barba alle normative di tutela di una specie, peraltro particolarmente protetta - afferma la Lav - il presidente Rai Anna Maria Tarantola e il direttore di RaiUno Giancarlo Leone blocchino subito questa partecipazione da parte di un privato sul quale chiediamo l'apertura di un'inchiesta del Corpo Forestale dello Stato, e permettano a veterinari indipendenti, non pagati dalla Rai, di tutelare davvero l'animale e porlo in salvo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, taglio del nastro per Advanced Virgo
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia