lunedì 27 febbraio | 06:27
pubblicato il 27/lug/2013 17:02

Gmg: papa, serve visione umana dell'economia. Politica sradichi poverta'

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 27 lug - ''Il futuro esige da noi una visione umanista dell'economia e una politica che realizzi sempre piu' e meglio la partecipazione della gente, eviti gli elitarismi e sradichi la poverta'''. Lo ha detto papa Francesco incontrando, nel teatro municipale di Rio de Janeiro, la classe dirigente del Brasile.

''Che nessuno - ha ammonito il papa - sia privo del necessario e che a tutti sia assicurata dignita', fratellanza e solidarieta': questa e' la strada da seguire''.

''Chi ha un ruolo di guida - ha sottolineato Francesco - deve avere obiettivi molto concreti e ricercare i mezzi specifici per raggiungerli, ma ci puo' essere il pericolo della disillusione, dell'amarezza, dell'indifferenza, quando le aspirazioni non si avverano. La virtu' dinamica della speranza spinge ad andare sempre oltre, a impiegare tutte le energie e le capacita' in favore delle persone per cui si opera, accettando i risultati e creando condizioni per scoprire nuovi percorsi, donandosi anche senza vedere risultati, ma mantenendo viva la speranza''. dab/uda

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech