martedì 17 gennaio | 12:21
pubblicato il 25/lug/2013 17:08

Gmg: papa, giovani non lasciate che si spenga la speranza

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 25 lug - ''Cari giovani, avete una particolare sensibilita' contro le ingiustizie, ma spesso siete delusi da fatti che parlano di corruzione, da persone che, invece di cercare il bene comune, cercano il proprio interesse.

Anche a voi e a tutti ripeto: non scoraggiatevi mai, non perdete la fiducia, non lasciate che si spenga la speranza.

La realta' puo' cambiare, l'uomo puo' cambiare''. Lo ha detto papa Francesco durante la visita alla Comunita' di Varginha (Manguinhos), che fa parte di una piu' ampia ''favela'' di Rio de Janeiro, definita ''pacificata'' nel 2012, dopo numerose operazioni di lotta al narco-traffico e di promozione sociale. ''Cercate voi per primi - ha aggiunto il papa - di portare il bene, di non abituarvi al male, ma di vincerlo. La Chiesa vi accompagna, portandovi il bene prezioso della fede, di Gesu' Cristo, che e' 'venuto perche' abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza'''.

dab/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Criminalità
Assalti ai bancomat in Veneto e Lombardia: 15 arresti
Immigrati
Naufragio nel Mediterraneo, a Trapani 38 superstiti e 4 vittime
Cucchi
Cucchi, pm contesta omicidio preterintenzionale a 3 carabinieri
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ciberfisica, al via sviluppo tecnologie per affidabilità sistemi
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate