giovedì 23 febbraio | 20:17
pubblicato il 23/lug/2013 09:58

Gmg: a Rio de Janeiro oltre 6 mila giornalisti accreditati

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 23 lug - Per la Giornata mondiale della Gioventu' a Rio de Janeiro ''abbiamo finora circa 6.100 giornalisti accreditati, e per la maggioranza sono brasiliani e dell'America Latina''. Lo ha spiegato il direttore generale della Comunicazione della Gmg, mons.

Marcio Queiroz, in un'intervista a Radio Vaticana.

C'e' stata qualche polemica sui costi della Gmg, anche per l'arrivo del papa: ''Si', purtroppo, ci sono dei giornalisti - ha spiegato mons. Queiroz - che creano queste situazioni.

Infatti, per quanto riguarda i numeri che sono usciti, uno di loro ha preso ad esempio il fatto che saranno 12 mila uomini a occuparsi della sicurezza del Papa. Quanto guadagnano questi uomini? Quanto costano al giorno? Allora, hanno fatto i conti e hanno visto che si andra' a spendere una certa cifra. Pero', di fatto, soldi pubblici dentro ai conti della Gmg non ci sono mai stati''.

dab/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech