mercoledì 22 febbraio | 05:25
pubblicato il 09/mar/2013 18:28

Globox.tv: la prima web tv dell'Afghanistan sogna in grande

Ci lavorano 15 persone finanziate da un'azienda privata

Globox.tv: la prima web tv dell'Afghanistan sogna in grande

Milano, (askanews) - E' nata la prima web tv della storia in Afghanistan. Si chiama Globox.tv, è finanziata da un'azienda privata e funziona grazie al lavoro di 15 persone che hanno un obiettivo preciso: raccontare un altro Afghanistan."Noi non vogliamo parlare dell'insicurezza o delle cose brutte che accadono qui. Vogliamo mostrare il suo nuovo volto, la gente vuole pace e gioia, vuole migliorarsi, giorno dopo giorno. E' stanca della guerra", spiega uno dei produttori Mohammed Idrees Barakzai.Una televisione piccola, ma con grandi ambizioni così come i giovani che ci lavorano."Io sogno di essere la migliore giornalista donna in Afghanistan. Per il bene del mio Paese voglio che i media si sviluppino presto e bene".Per ora gli spettatori sono poche centinaia ma Globox spera di raggiungere un pubblico sempre più vasto, anche se il vero ostacolo da superare è la scarsa copertura Internet nel Paese.(Immagini Afp)

Gli articoli più letti
Omicidio Scazzi
Omicidio Scazzi, ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano
Mafia
Chieti, operazione antimafia dei Carabinieri: 19 arresti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione Ros contro cosca Piromalli: 12 arresti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia