giovedì 23 febbraio | 20:30
pubblicato il 27/mar/2013 14:02

Gli scienziati sulle rotte delle balene blu grazie ai loro canti

Gli animali difficili da rintracciare ora scovati con onde sonore

Gli scienziati sulle rotte delle balene blu grazie ai loro canti

Milano, (askanews) - Sulle rotte delle balene blu seguendo il loro canto. Un team di scienziati australiani è riuscito nell'impresa di localizzare e registrare questi enormi animali marini dell'Antartico, i più grandi del Pianeta possono superare i 30 metri in lunghezza e pesare fino a 180 tonnellate. Nonostante le loro dimensioni sono animali molto difficili da localizzare, o almeno così è stato fino ad ora. Il gruppo australiano ci è riuscito usando per la prima volta una tecnologia innovativa in grado di captare in tempo reale i suoni emessi dai cetacei, grazie a delle sonde acustiche.Gli scienziati sono riusciti così a raccogliere 23 campioni bioptici e a seguire due esemplari con segnalatori satellitari ottenendo così per la prima volta dati sugli spostamenti delle balene, sulla loro alimentazione. In tutto sono state registrate 626 ore di emissioni sonore, con oltre 26mila canti arrivati dalle balene.(Immagini Afp)

Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech