lunedì 27 febbraio | 21:44
pubblicato il 12/nov/2011 17:30

Gli Azzurri si allenano nel campo confiscato alla 'ndrangheta

Tutto pronto a Rizziconi per ricevere la Nazionale di calcio

Gli Azzurri si allenano nel campo confiscato alla 'ndrangheta

Ultimi ritocchi per accogliere la Nazionale a Rizziconi, nel cuore della piana di Gioia Tauro. Gli azzurri di Prandelli, reduci dalla vittoria contro la Polonia, domenica 13 novembre si alleneranno nel campo di calcio appena ristrutturato e costruito su un terreno sequestrato nel 1994 alla cosca della 'ndrangheta di Teodoro Crea, meglio conosciuto con il soprannome di Toro. La cosca voleva costruire su quel terreno una discarica, invece lo Stato ci ha costruito nel 2000 un campo di calcio che non è mai stato usato per paura di fare uno "sgarbo" al boss. Ora l'arrivo della nazionale di cui è entusiasta il responsabile dei lavori. Poi lancia un appello agli azzurri. Anche Gennaro Gattuso, nonostante i problemi agli occhi, sarà nella sua terra per dire no alla 'ndrangheta e sì alla legalità.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Maltempo
Allerta Protezione civile: pioggia e venti forti al Centro-Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech