lunedì 23 gennaio | 17:45
pubblicato il 19/giu/2013 12:00

Giustizia/ Cancellieri: Il carcere va considerato l'extrema ratio

"Limitare gli ingressi ricorrendo a pene detentive alternative"

Giustizia/ Cancellieri: Il carcere va considerato l'extrema ratio

Roma, 19 giu. (askanews) - Per risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri bisogna partire "da una nuova prospettiva culturale che consideri la pena detentiva carceraria solo una fra le plurime opzioni possibili, cui debba farsi ricorso solo come extrema ratio". Così il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, intervenendo al question time di oggi alla Camera. In questo senso, ha detto ancora il ministro, "la limitazione degli ingressi può essere perseguita attraverso il ricorso" a "pene detentive non carcerarie (detenzione domiciliare e lavoro di pubblica utilità), concedibili già nella fase di cognizione all'esito del processo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, individuato il cadavere di un uomo: 6 le vittime
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4