sabato 10 dicembre | 00:20
pubblicato il 08/set/2011 18:30

Giro Padania/ Ancora tafferugli, un fermato

Manifestanti tentano di bloccare la corsa nel parmense

Giro Padania/ Ancora tafferugli, un fermato

Milano, 8 set (askanews) - Ennesimo episodio di tensione al Giro di Padania. Nel corso della terza tappa, da Malpensa Lonate Pozzolo a Salsomaggiore, una ventina di manifestanti, con i vessilli di Rifondazione Comunista e della Cgil, ha tentato di interrompere il passaggio della corsa nel parmense, nei pressi di Tabiano. Al passaggio del gruppo i manifestanti hanno cercato di entrare in strada, ma la zona era sorvegliata da uomini della Digos e dai Carabinieri, che subito hanno fermato l'avanzata. Nel tentativo di sfondare il cordone di sicurezza, un manifestante ha travolto e gettato a terra un carabiniere. L'uomo è stato immediatamente fermato, identificato ed accusato di oltraggio a pubblico ufficiale. La tappa si è poi conclusa senza ulteriori problemi con il successo di Sasha Modolo, che torna in vetta alla classifica generale. Proprio Modolo nei giorni scorsi era stato colpito al volto negli scontri con i dimostranti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina