lunedì 27 febbraio | 01:14
pubblicato il 07/set/2011 16:05

Giro della Padania, contestazioni a Savona: investito poliziotto

Scontri tra manifestanti e polizia nella seconda tappa

Giro della Padania, contestazioni a Savona: investito poliziotto

Seconda tappa del Giro della Padania, seconda giornata di disordini, questa volta a Savona: le immagini mostrano il momento in cui un poliziotto viene investito da un'auto degli sponsor della manifestazione. L'uomo finisce a terra e viene soccorso dai colleghi, ma senza gravi conseguenze: trasferimento in ospedale in codice giallo. Dopo Mondovì, la protesta nei confronti della corsa ciclistica ideata dalla Lega si è spostata a Savona, dove decine di militanti della sinistra, tra cui esponenti locali del Pd, di Rifondazione Comunista e della Cgil, hanno tentato di bloccare la corsa nel centro città.I manifestanti, che sventolavano bandiere tricolori, intonando canti partigiani, si sono sdraiati sulla carreggiata poco prima del passaggio degli atleti, costringendo gli organizzatori ad utilizzare un percorso alternativo. Nella concitazione è stato investito il poliziotto, e ci sono stati alcuni scontri tra i manifestanti e la polizia, e anche con alcuni corridori.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech