domenica 04 dicembre | 11:38
pubblicato il 27/gen/2014 18:02

Giornata Memoria: Zaia, il ricordo e' indipensabile medicina preventiva

(ASCA) - Venezia, 27 gen 2014 - ''Provoca una penetrante sensazione di angoscia il ricordo dell'inumana e incancellabile sciagura dell'Olocausto. Una sorta di vergogna, quasi di senso di colpa di appartenere a quel genere umano capace di tanta crudelta'. Il doloroso e sconvolgente ricordo di questa turpe pagina della nostra storia e' per certi versi una condanna perenne che pesa su ogni uomo, ma e' anche un allarme che nessuno puo' permettersi che venga disinnescato''. Lo afferma il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, in occasione della ''Giornata della Memoria'.

''Commemorare e' un dovere, ricordare e' qualcosa di ancora piu' forte, e' un obbligo morale e civile imprescindibile - prosegue Zaia -, soprattutto quando oggi si manifestano di nuovo, talvolta in forma stupidamente violenta e provocatoria, altre, in modo piu' pericolosamente subdolo, atteggiamenti aberranti di negazionismo e antisemitismo''.

''Alcune ferite si cancellano con il tempo - conclude Zaia -, questa deve continuare a sanguinare, come se fosse una medicina preventiva, amara ma benefica, un rimedio indispensabile per impedire il ripetersi di nuove Shoha''.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari