lunedì 27 febbraio | 08:36
pubblicato il 09/set/2013 09:57

Giochi: da Gdf controlli su territorio nazionale, 290 persone denunciate

Giochi: da Gdf controlli su territorio nazionale, 290 persone denunciate

(ASCA) - Roma, 9 set - Sono 2.264 gli esercizi controllati e 563 le violazioni contestate, 184 i videopoker illegali sequestrati e 203 i punti scommessa irregolari chiusi, con 290 persone denunciate. E' il bilancio dell'ultimo piano straordinario di controllo eseguito ad agosto dalla Guardia di Finanza, con la collaborazione dei Monopoli di Stato, su tutto il territorio nazionale nel settore dei giochi e delle scommesse.

Lo riferisce una nota della stessa Gdf in cui si specifica che 11 casi hanno riguardato violazioni a tutela dei minorenni, alcuni dei quali sono stati trovati a giocare o a scommettere mentre altri erano presenti in aree destinate a giochi con vincite in denaro. In questi casi e' prevista la chiusura dei locali da 10 fino a 30 giorni.

Tra le sanzioni contestate, anche le ultime introdotte dalla Legge di Stabilita' 2013 che prevedono una sanzione amministrativa pecuniaria da 1.500 a 15.000 euro per ciascun apparecchio messo a disposizione in luoghi pubblici, aperti al pubblico o in circoli e associazioni di qualunque specie che siano sprovvisti delle prescritte autorizzazioni, ove previste.

I fenomeni illeciti piu' diffusi sono l'alterazione e la manomissione degli apparecchi da gioco, insieme alle scommesse sportive con agenzie clandestine, nonche' l'installazione dei 'totem': apparecchi forniti di un computer con il quale e' possibile il collegamento alla rete internet e la partecipazione alla vastissima gamma di offerta di gioco presente sul web.

Tra i casi piu' interessanti, la Gdf segnala 3 minori, nel brindisino, trovati all'interno di un centro scommesse intenti a compilare la distinta di gioco per una partita di calcio, mentre a Reggio Calabria e' stato scoperto uno stratagemma per giochi d'azzardo clandestini. All'interno di due locali adibiti a sala giochi, i finanzieri hanno infatti sorpreso un gruppo di persone accanto a slot machine i cui monitor erano solo apparentemente fuori uso. Infatti sotto il banco delle vendite era stato installato un interruttore che permetteva all'esercente di accendere e spegnere le slot machine a seconda delle diverse circostanze. red/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech