martedì 06 dicembre | 07:00
pubblicato il 24/mar/2011 20:36

Giappone/ Ispra: nessuna radioattività anomala in Italia

"Irrilevanti concentrazioni in masse d'aria, no rischi sanitari"

Giappone/ Ispra: nessuna radioattività anomala in Italia

Roma, 24 mar. (askanews) - Dal Giappone nessuna nube radioattiva all'orizzonte, nessuna anomalia radioattiva in Italia: lo assicura l'Ispra che nel bollettino quotidiano sottolinea: "Tutti i risultati delle misure effettuate sino ad oggi non hanno evidenziato anomalie rispetto a quanto rilevato precedentemente all'incidente" di Fukushima. Sono gli ultimi aggiornamenti, a questo pomeriggio. Le particelle radioattive che si sono levate dai reattori danneggiati di Fukushima e disperse nell'aria, arriveranno in Europa estremamente diluite, ribadisce l'istituto, tanto che saranno "difficilmente misurabili", e "le concentrazioni sono da ritenersi non rilevanti dal punto di vista radiologico e tali da non costituire alcun rischio di tipo sanitario". "La dispersione dei rilasci di radioattività dalla centrale giapponese, sin dall'inizio dell'evento - spiega l'Ispra - hanno risentito delle traiettorie dei venti che, su larga scala, hanno interessato prevalentemente l'area orientale e nord orientale, verso l'Oceano Pacifico e gli Stati Uniti. Nel loro movimento le masse d'aria sono andate gradualmente depauperandosi del contenuto iniziale di radioattivita', per cui si ritiene che interessando il territorio europeo, avranno una concentrazione di radioattivita' estremamente bassa, difficilmente misurabile con i normali sistemi di misura. E "le suddette concentrazioni sono da ritenersi non rilevanti dal punto di vista radiologico e tali da non costituire alcun rischio di tipo sanitario". Dal 12 marzo 2011, l'Ispra ha chiesto ai componenti della rete nazionale di sorveglianza della radioattivita' ambientale delle Agenzie Regionali e delle Province Autonome per la protezione dell'ambiente di intensificare le misure di particolato atmosferico, per monitorare l'andamento di una eventuale presenza anomala di radioattivita' in aria, riconducibile all'incidente di Fukushima. Attualmente vengono condotte misurazioni giornaliere, con particolare riguardo alla presenza degli isotopi Cesio 137 e Iodio 131. E' stato anche richiesto di effettuare misure di deposizione al suolo con cadenza settimanale. "E' inoltre operativa - conclude la nota - la rete automatica di monitoraggio dell'intensita' di dose gamma in aria dell'Ispra con oltre 50 stazioni disposte nel territorio nazionale, in grado di rilevare eventuali variazioni del fondo ambientale". Ma fino ad oggi nessuna anomalia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Immigrati
Guardia costiera: salvati 231 migranti nel Mediterraneo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari