sabato 25 febbraio | 15:28
pubblicato il 18/mar/2011 19:22

Giappone/ Esami su Maggio Fiorentino: piccole tracce Iodio 131

Ma in quantità che non hanno rilevanza dal punto di vista clinico

Giappone/ Esami su Maggio Fiorentino: piccole tracce Iodio 131

Roma, 18 mar. (askanews) - Piccole tracce di Iodio 131 ma in quantità clinicamente irrilevanti. E' quanto riscontrato dai primi accertamenti in alcune delle 20 persone di ritorno dal Giappone, componenti del Maggio Fiorentino e privati cittadini, che si sono finora presentate nei due Centri dedicati di Careggi e Pisa. Delle 14 persone che si sono presentate a Careggi, di cui 10 componenti del Maggio Fiorentino, 11 hanno mostrato piccole tracce di Iodio 131, quantità che, secondo gli esperti di Careggi, non hanno alcuna rilevanza dal punto di vista clinico. Nessuna positività, al momento, per le 6 di Pisa, sulle quali però sono stati fatti solo gli accertamenti radiometrici esterni. "Le dosi rilevate - spiega il professor Giampaolo Biti direttore della radioterapia di Careggi - sono inferiori di un migliaio di volte a quella che viene somministrata giornalmente nelle migliaia di pazienti che in tutto il mondo sono sottoposti all'esame della tiroide con scintigrafia (30 microCurie) ed almeno centomila volte inferiore alle somministrazioni di iodio 131 effettuate a scopo terapeutico per ipertiroidismo (5 milliCurie)". Queste quantità si riducono progressivamente, fino a sparire nel giro di 120 giorni". A Careggi, a partire dal 16 marzo ad oggi, sono stati eseguiti esami sulla raccolta di urine delle 24 ore per la rilevazione di contaminazione radioattiva su 14 cittadini, di cui 10 del Maggio Fiorentino provenienti dal Giappone e specificamente dall'area di Tokyo. Di questi, 11 controllati mostrano piccole tracce di iodio 131, con valori non superiori a 40 Becquerel."Queste differenze - spiega il professor Alberto Pupi direttore della medicina nucleare di Careggi - pur su livelli complessivi minimi di radioattività, dipendono dal momento del prelievo delle urine rispetto al momento in cui l'individuo è venuto in contatto con lo Iodio 131"

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Salute
A Giulio Maira il premio Raffaele Marinosci per la Medicina
Cucchi
Cucchi: sospesi da servizio tre carabinieri accusati di omicidio
Papa
Papa: rischiamo una grande guerra mondiale per l'acqua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech