lunedì 05 dicembre | 02:06
pubblicato il 05/mar/2014 12:00

Giannini: su risorse per scuola Governo sarà responsabile

La ministro plaude ok Senato su scatti insegnanti: "passo avanti"

Giannini: su risorse per scuola Governo sarà responsabile

Roma, 5 mar. (askanews) - Il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Stefania Giannini, plaude al sì del Senato al decreto legge di proroga dell'automatismo degli scatti degli insegnanti: "Fatto un importante passo in avanti", e assicura da parte sua "il governo sarà responsabile sul fronte delle risorse per scuola". "Con l'approvazione da parte del Senato del decreto legge di proroga degli automatismi stipendiali del personale della scuola abbiamo corretto un errore commesso in passato", ha sottolineato Giannini, aggiungendo: "Adesso auspichiamo un rapido passaggio parlamentare anche alla Camera dei deputati". "Oggi abbiamo fatto un importante passo in avanti nel presente, ma è necessario guardare soprattutto al futuro", ha proseguito il ministro, sottolineando: "Il governo nella sua collegialità deve assumersi la responsabilità, e siamo certi che lo farà, di destinare alla scuola e al mondo dell'istruzione le risorse per migliorare la qualità della didattica e dei servizi e per garantire la formazione degli insegnanti". "Siamo pronti - ha concluso Giannini - a scommettere su questa sfida politica e culturale".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari