venerdì 24 febbraio | 13:41
pubblicato il 08/mag/2013 17:24

Genova: Procuratore, 2 indagati. Non esclusa ipotesi reato 'attentato'

(ASCA) - Roma, 8 mag - Sono due gli indagati per il disastro al porto di Genova di ieri sera: il comandante e il pilota della Jolly nero, la nave cargo che si e' schiantata sulla torre di controllo del porto, provocando kla moprte di almeno 7 persone.

L'accusa potrebbe essere anche quella di attentato alla sicurezza.

Lo ha detto il procuratore di Genova, Di Lecce, in una conferenza stampa nel capoluogo ligure. ''Al momento il procedimento a carico dei due indiziati e' per il reato di omicidio colposo plurimo, ma valutiamo anche altre ipotesi. Potrebbe - ha aggiunto Di Lecce - essere sussistente l'ipotesi di attentato alla sicurezza dei trasporti in questo caso marittimi'', ha concluso il magistrato che ha definito l'indagine ''complessa''.

Il procuratore ha confermato che e' stata acquisita la scatola nera della nave e che con il procedere delle indagini potrebbero essere iscritte altre persone nel registo degli indagati.

stt/gc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech