mercoledì 22 febbraio | 16:52
pubblicato il 04/giu/2011 16:04

Genova, don Seppia al Gip: mai indotto minori a prostituirsi

Parroco nega anche di aver ceduto droga a minori

Genova, don Seppia al Gip: mai indotto minori a prostituirsi

E' durato due ore nel carcere genovese di Marassi il nuovo interrogatorio di garanzia di don Riccardo Seppia, il parroco di Sestri Ponente accusato di tentata violenza sessuale su minore, tentata induzione alla prostituzione minorile e offerta di sostanze stupefacenti. Si tratta di un interrogatorio per la nuova ordinanza emessa dal Gip di Genova, che non contiene novità, ma è la riedizione di quella di Milano dalla quale sono venuti meno alcuni capi di imputazione, come spiega l'avvocato difensore del sacerdote, Paolo Bonanni.Don Seppia, detenuto nel carcere di Sanremo, ha spiegato di aver desistito dall'intento di avere un rapporto sessuale a pagamento con un 17enne albanese e ha negato di aver ceduto droga a minorenni. L'avvocato spiega poi in che stato si trova il suo assistito. Il prossimo passo, dice l'avvocato, sarà il ricorso al tribunale del Riesame.

Gli articoli più letti
Roma
Fiumicino "si offre" per stadio Roma: 'Qui tutto ciò che serve'
Vaticano
Vaticano: sorveglieremo per evitare abusi di simboli Santa Sede
Carige
Truffa a Carige, l'ex presidente Berneschi condannato a 8 anni
Chiesa
Presunti festini gay a Napoli, il card. Sepe sospende sacerdote
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Accordo Asi-Cmsa per esperimenti su stazione spaziale cinese
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
De Caro, alta velocità Brescia-Verona a marzo ok da Cipe