mercoledì 18 gennaio | 13:48
pubblicato il 07/feb/2011 20:05

Gemelle scomparse, proseguono le ricerche in Corsica

Traghetto su cui erano forse a bordo proseguiva per la Sardegna

Gemelle scomparse, proseguono le ricerche in Corsica

Ajaccio, 7 feb. (askanews) - La polizia francese della procura di Ajaccio sta proseguendo in Corsica le ricerche di Alessia e Livia Scheep, le due gemelline prelevate in Svizzera dal padre Matthias a fine gennaio e da allora scomparse mentre il padre si è suicidato a Cerignola in Puglia. Le ricerche proseguono in particolare nella zona meridionale dell'Isola dove martedì è sbarcato a Propriano un traghetto partito da Marsiglia su cui le due piccole e il padre potrebbero essersi imbarcate. La polizia al momento sta esaminando i filmati della compagnia di navigazione Cmn che documentano l'uscita dei passeggeri dal traghetto. A quanto si apprende i tre biglietti, oltre ad essere stati acquistati, sarebbero anche stati controllati il che lascia supporre che i tre si siano effettivamente imbarcati insieme. Non è tuttavia una prova del loro arrivo a Propriano anche perché il traghetto proseguiva la sua navigazione per la Sardegna. Inoltre, "quattro imbarcazioni nei porti di Morges e Vidy, proprietà del datore di lavoro del padre che potrebbero essere state utilizzate da quest'ultimo, sono state perquisite, insieme ai porti della regione", ha precisato la polizia. Poiché l'inchiesta ha stabilito che il padre è passato per Annecy per raggiungere Marsiglia dove si trovava il primo febbraio, tutte le stazioni di servizio fra St-Sulpice e Ginevra sono state contattate. Anche tutte le dogane della regione di Ginevra sono state passate al setaccio. Il padre, dopo aver acquistato a Marsiglia dei biglietti per la Corsica per lui e le due figlie, li ha infatti convalidati all'obliteratrice del porto della città. Ma gli inquirenti non hanno potuto accertare fino a questo momento se padre e figlie si siano imbarcati a bordo del traghetto diretto a Propriano, nel sud della Corsica. La polizia di Ajaccio oggi ha pertanto ripreso l'esame delle registrazioni video dello sbarco dallo Scandola della Compagnia meridionale di navigazione (Cmn). In Svizzera, gli inquirenti hanno proceduto anche a dei sopralluoghi presso la famiglia del padre nella regione di Basilea, nell'ambiente professionale di quest'ultimo oltre ad aver condotto dei controlli telefonici e bancari a livello nazionale. Le due bambine era affidate congiuntamente al padre e alla madre. La madre si era presentata il 4 febbraio alla polizia francese denunciando la scomparsa delle due bambine a Marsiglia. E' dalla città francese che il padre le aveva inviato il 31 gennaio una cartolina nella quale affermava di essere disperato e di non poter vivere senza di lei. Oggi, il direttore della scuola di St-Sulpice ha visitato tutte le classi per informare gli alunni e gli insegnanti dello sviluppo della situazione. (con fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Abruzzo ancora al buio, duecentomila persone senza corrente
Maltempo
Protezione civile, ancora allerta per nevicate e forti venti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa